Sui passi di Picasso a Barcellona

Sui passi di Picasso a Barcellona

Pablo Ruiz Picasso è nato a Malaga. Il padre era professore di disegno alla Scuola di Belle Arti e le vicissitudini della vita vollero che Pablo e famiglia arrivassero a Barcellona nel 1895.

Più di una volta disse che tutto era iniziato qui.

Dettagli

  • La durata di questa visita è di 3 ore.
  • Il prezzo include: 
    • guida in lingua italiana, autorizzata dalla Generalitat de Catalunya, per una visita privata al Museo Picasso e al quartiere dove Picasso ha vissuto a Barcellona.
    • l’uso di ricevitori radio individuali che permettano ai partecipanti di seguire le spiegazioni della guida mantenendo la distanza di sicurezza,
    • gli ingressi al Museo Picasso con accesso prioritario e senza fare coda.
    • l’IVA (21%).
  • Punto d’incontro in Passeig Colom, nº 22, ma se ne preferite un altro non c’è nessun problema.
  • Visita a piedi de difficoltà bassa, anche se è consigliabile una certa forma fisica.
  • Visita accessibile per persone su sedia a rotelle.
  • Visita adattata ai bambini e adolescenti. Se viaggiate con i vostri figli, adatteremo le nostre spiegazioni alla loro età perché possano godere della visita.
  • Il trasporto non è necessario per la realizzazione di questa visita poiché è un percorso pedonale. Sarà solo necessario arrivare fino al punto di partenza. Tale trasferimento non è compreso nel nostro preventivo a meno che non ce ne facciate esplicitamente richiesta.
  • Da sapere che questo tour dipenderà dagli orari e giorni di apertura del museo. Tutti questi dettagli verrano risolti al momento della prenotazione.
  • Visite opzionali: aggiungete un’ora extra al tour per fare un percorso più generico nel quartiere gotico, con maggiore enfasi sui luoghi di Picasso a Barcellona, ma senza tralasciare il resto della storia di questa zona.
  • Combinazioni raccomandate: visto che il tour è completamente a piedi, si consiglia di combinarlo con uno meno stancante, come ad esempio la nostra visita panoramica Alla scoperta di Barcellona. Se invece conoscete già Barcellona, e preferite concentrarvi sulla vista e l’ispirazione di altri artisti, potete combinarlo con il tour dedicato alla vita e opere di Joan Miro o con l’escursione nella zona dell’Empordà per conoscere l‘universo di Salvador Dalí. Se siete interessati soprattutto alle opere di Picasso, contattateci perché potremo organizzare per voi un’escursione alla zona di Horta de Sant Joan, in provincia di Tarragona.

Sui passi di Picasso a Barcellona

La idea di questa visita e di ripercorrere quei luoghi che hanno visto maturare un Picasso ancora adolescente, ancora alle prime armi con le scelti che più tardi l’avrebbero consolidato come un artista di fama mondiale.

Inizieremo la nostra visita picassiana alla fine della Rambla. Da lì ci addentreremo nell stradicciole del Quartiere Gotico,  nelle quali Picasso passò i primi tempi a Barcellona: la calle de la Mercè, dove si trovava la casa della famiglia, la calle de la Plata, dove aprì il suo primo atelier, o la calle Avinyó, che ha ispirato una delle sue creazioni più famose. Da qui ci dirigeremo verso l’edificio della Lotta, sede della Scuola di Belle Arti di Sant Jordi, dove seguì le prime lezioni di pittura accademica. Saremo così arrivati nel quartiere della Ribera dove, in una delle sue strade principali, si trova il Museo Picasso di Barcellona.

Il museo occupa l’interno di cinque palazzi medievali, sede nel passato di alcune delle famiglie borghese più importanti della città. Nel 1963, per iniziativa di uno dei grandi amici di gioventù di Picasso, Jaume Sabartés, fu aperto questo museo. Nelle sue sale potremo ammirare le opere realizzate da un giovanissimo Picasso, molto prime che i suoi quadri acquisissero le sfumature di blu o di rosa che l’hanno reso famoso agli inizi del Novecento.

Il museo, che contiene anche la serie completa de Las Meninas, donata dall’artista stesso come contributo al suo amico Sabartés, sarà un punto intermedio nel nostro tour.

Dopo aver visitato le diverse sale, usciremo di nuovo per percorrere altri spazi, alcuni ancora esistenti, altri non più, che hanno visto crescere Pablo a Barcellona: l’antica (e ormai scomparsa) Plaça de l’Oli o la Riera de San Joan saranno solo alcuni dei protagonisti della nostra passeggiata.

Arriveremo cosi nella Piazza della Cattedrale, dove si trova un’opera che Picasso ha realizzato nel 1960. Sebbene non sia più tornato in Spagna dopo il 1937 ( e dopo il 1917 nel caso di Barcellona), la città è sempre stata nel suo cuore, come dimostra il mosaico dell’edificio occupato dall’Ordine degli Architetti.

È arrivato il momento di terminare la passeggiata, ma lo faremo in un luogo tutto speciale: Els Quatre Gats, la caffetteria in cui Picasso passava le sere e le notti di fine Ottocento con i suoi amici, sognando e sperando che un bel giorno avrebbe potuto visitare Parigi.

Prenotare questa visita

[contact-form-7 id=»4210″ title=»Pedir información_IT»]